Nuove soluzioni integrate

PROGETTO PER LA VITA

Ogni giorno siamo inondati da pillole di salute tramite giornali, televisione, media in generale, quanto da passaparola più o meno autorevoli. Ogni giorno che passa della nostra esistenza, indipendentemente dall’età anagrafica, possiamo avere nuovi sintomi, che a seconda della gravità,  prima sottovalutiamo e magari poi ci allertiamo.

Con il termine salute si intende una condizione di elevato benessere psicofisico e sociale. Viene spesso indicata come il contrario dello stato di malattia.

La tradizione popolare ritiene sano chi non ha dolorifebbre o altri disagiduraturi, tanto da impedirgli di non svolgere le proprie funzioni.

Per accertare il grado di salute di una popolazione è necessario individuare degli indicatori, mediante i quali è possibile valutare lo stato di benessere della collettività presa in esame. Un modo utilizzato per raggiungere questo obiettivo è dato dalla somministrazione di questionari atti a determinare il numero di “giorni di salute”. Per raggiungere tale scopo a ciascun soggetto vengono rivolte le seguenti quattro domande: 1) qual è la percezione del proprio stato di salute; 2) qual è il numero di giorni nell'ultimo mese in cui l'individuo non si è sentito bene per motivi fisici; 3) qual è il numero di giorni nell'ultimo mese in cui l'individuo non si è sentito bene per motivi psichici; 4) qual è il numero di giorni che hanno limitato le normali attività abituali.

Per millenni la malattia è stata considerata un fenomeno magico-religioso. Nella Grecia antica con Ippocrate si ha una medicina razionale fondata sull'osservazione. In seguito le concezioni di salute e malattia sono rimaste non scientifiche fino agli ultimi secoli.

Con la nascita della medicina scientifica (alla fine del Settecento) nasce il modello bio-medico in concomitanza con la nascita della società industriale. Il modello bio-medico si occupa più della malattia che non della salute e delle condizioni di vita e lavorative della popolazione. Nel XX secolo si sviluppa uno specialismo esasperato per cui l'individuo si identifica addirittura con una sola "parte", "un organo", negando così l'individuo come persona.

Il concetto di salute globale invece porta con sé una concezione della persona come unità psicofisica interagente con l'ambiente circostante che è il presupposto per "una promozione ed educazione alla salute" e una "medicina della persona" nella sua totalità.

Una malattia (o patologia) è una condizione anormale di un organismo, causata da alterazioni organiche o funzionali che compromettono la salute del soggetto.

La patologia è la disciplina che si occupa dello studio delle malattie e delle loro basi fisiopatologiche ed eziogenetiche. La clinica è la disciplina che congiunge lo studio della patologia con la terapia, allo scopo di risolvere lo stato di malattia e ripristinare la funzionalità normale dell'organismo.

Quando a parlare di malattia non sono il medico, il malato e le persone intorno al malato, una definizione generica è troppo limitativa, non comprendendosi in essa le dimensioni personali e sociali del fenomeno "malattia". Nella letteratura in lingua inglese da anni si è risolto il problema di questa ambiguità utilizzando il termine disease per la concettualizzazione della malattia da parte del medico, il termine illness per indicare l'esperienza diretta del malato, la dimensione esistenziale/soggettiva, ed il termine sickness per determinare il riconoscimento della persona malata come tale da parte del contesto sociale non medico. Un sistema di intervento "ex-post", a posteriori rispetto ad un'alterazione, e quindi un sistema che si attiva dopo l'insorgenza di una malattia, oppure debba agire anche e soprattutto sull'individuo sano per mantenere la condizione di salute(medicina preventiva), o spingersi verso l'obiettivo del potenziamento organismico personale (esempio, la medicina dello sport per il potenziamento fisico, muscolare e aerobico) e il raggiungimento delle massime potenzialità della persona, adottando un sistema di potenziamento fisico e sistemico. Questo approccio si attua intervenendo con metodi soprattutto educativi, alimentari, con l'assunzione di integratori, nutraceutici e cibi che potenziano il sistema immunitario, la pratica di movimento e sport, azione sullo stile di vita, sino a tecniche quali meditazione e qualsiasi altra attività in grado di potenziare il sistema corpo-mente, ad ogni fase di età, senza attendere alcuna insorgenza della malattia.

Una condizione di "allopatia sistemica" intende rendere l'intero sistema corpo-mente più potente e meno attaccabile dalla malattia.

Al contrario, interventi di "allopatia localizzata" agiscono a posteriori su specifici distretti corporei (esempio ipertermia,… ), e possono incidere su specifiche patologie anche gravi, per potenziare l'effetto delle cure tradizionali.

In prevenzione primaria (assenza di malattia), secondaria (malattia con complicanze minori), terziaria (complicanze severe), è d’obbligo adottare tutte le risorse idonee a preservare la vita. Questo non significa necessariamente benessere.

Quando c’è malattia, c’è dolore, stanchezza, disturbi del sonno, stress, ansia, paura, sconforto, minori sicurezze sul presente e sul futuro, performance ridotte per disabilità anche parziale, sintomi psico fisici persistenti.

Il nostro obiettivo non è quello di sostituirci o sminuire la medicina specialistica di riferimento, ma mettere in atto un sostegno articolato e qualificato per fronteggiare necessità intercorrenti in fasi critiche della vita.

I nostri questionari aprono scenari di consapevolezza a prescindere dal tipo di malattia.

A differenza di tante visite specialistiche ipersettoriali, la visione olistica va verso la ricerca di una qualità esistenziale.

La prima visita è propedeutica al percorso di un progetto/sostegno.

 

VISITA MEDICINA SPECIAL-OLISTICA

a) Visita preliminare per anamnesi e inquadramento

b) con batteria test specialistici, 

c) conclusiva con impostazione terapeutica

d) terapie ambulatoriali (antistress, ozono, lavaggio intestinale) 

 

La VISITA strutturata con le seguenti varianti clinico strumentali:

1) Analisi composizione corporea

 2) Analisi Sistema Nervoso Autonomo

 3) Analisi processi infiammatori cronici

 4) Terapia disturbi funzionali

 5) Correzione nutrizionale

 6) Ecologia Intestinale

 7) Idrocolonterapia

 8) Ossigeno Ozono terapia Medica

 

VISITA MEDICINA SPECIAL-OLISTICA

a) preliminare,

b) con batteria test specialistici, 

c) conclusiva con impostazione terapeutica 

 

 VISITA strutturata con la possibile collaborazione professionale :

 

PSICOLOGIA

OSTEOPATIA

OSTETRICIA

TEAM per il tuo benessere psico fisico Quali e quanti sono gli indizi ?
Perchè sono in uno stato di agitazione ?

Questionario dei SINTOMI VAGHI ASPECIFICI

Cognome_______________________Nome______________________nata/o il:___/____/______

Residente a:__________________    peso Kg:___ Altezza cm___  Anni ___ . Tel. ___/________

 Motivo della visita:­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­_____________________________________________________data:____/____/ 201_

 

 Sintomi Vaghi Aspecifici                                           

q

Soffre da tempo di stanchezza o affaticamento persistente

 

q

Ha da tempo disturbi del tono dell'umore.

 

q

Soffre da tempo di insonnia persistente o di risvegli notturni.

 

q

Soffre da tempo di sonnolenza persistente durante la giornata

 

q

Si sente da tempo un soggetto ansioso.

 

q

Si sente da tempo un soggetto apatico.

 

q

Soffre di attacchi di panico.

 

q

Percepisce a riposo alterazioni del battito cardiaco (aritmie o tachicardie).

 

q

Ha notato da tempo modificazioni dell'appetito (fame eccessiva o mancanza d'appetito).

 

q

Soffre di attacchi di fame notturni.

 

q

Soffre da tempo di acidità e dolori di stomaco, senso di pienezza, gonfiore dopo i pasti, nausea.

 

q

Soffre da tempo di colon irritabile.                       

 

q

Soffre a periodi di stitichezza persistente o alvo alterno.

 

q

Ha spesso mani e piedi freddi.

 

q

Soffre di alterazione della sudorazione durante il sonno.

 

q

Si sveglia spesso di cattivo umore.

 

q

Prova di frequente un senso di colpa ingiustificato

 

q

Incontra difficoltà nel provare piacere o sollievo in seguito a fatti positivi.

 

q

Ha riscontrato una decisa perdita di peso negli ultimi mesi.

 

 

 

Sintomi Cognitivi

q

Ha da tempo problemi di memoria.

 

q

Ha da tempo difficoltà a concentrarsi.

 

q

Ha notato una sua scarsa capacità di giudizio.

 

q

Vede da tempo tutto negativo.

 

q

Ha pensieri che ricorrono costantemente

 

q

È da tempo in uno stato di costante preoccupazione.

 

 

 

Sintomi Fisici                                        

 

q

Ha da tempo dolori persistenti.                                    

 

q

Soffre da tempo di nausee o vertigini.

 

q

Ha raffreddori frequenti.

 

 

 

Sintomi Emozionali

 

q

Percepisce da tempo stati di irritabilità o irascibilità

 

q

Percepisce da tempo uno stato di agitazione e/o incapacità di rilassarsi

 

q

Si sente da tempo sopraffatto.

 

q

Percepisce da tempo uno stato di solitudine e/o di isolamento.

 

q

Percepisce da tempo uno stato di malinconia e/o infelicità generale.

 

 

 

Sintomi Comportamentali

 

q

Dorme troppo o troppo poco

 

q

Ha la tendenza a isolarsi dagli altri.

 

q

Ha la tendenza a procrastinare o trascurare le responsabilità.

 

q

Fa uso da tempo di sigarette, bevande o cibi per rilassarsi.

 

 

Ha sviluppato da tempo abitudini nervose (es. mangiarsi le unghie).

TOTALE ….. / 38 sintomi  -          

Più sono i sintomi contrassegnati, più alta è la necessità di cura

 

       

 

 

 

Quando pensarci e dove ?

Capire le ragioni di quel malessere che perdura da tempo e che può evolvere in dolore acuto e cronico o malattia vera.                               

- Strategie biologiche complesse per risolvere in modo quanto più possibile naturale il disagio, con riduzione dell’abuso di farmaci. 

- Conoscenza dei vari problemi, interpretazione dei segni e dei sintomi 

- Approccio orientato e non solo distrettuale (prettamente sintomatico e poco risolutivo), per far comprendere come recuperare quanto più possibilerotocolli ed esami convenzionali e anche con molti altri meno conosciuti.   

- Quando servono i farmaci, i rimedi e le terapie naturali, la conoscenza del cambiamento alimentare, il supporto degli integratori in modo mirato, o possibili interventi e applicazioni di alta specializzazione ambulatoriale.


 

- Indispensabile un ritrovato approccio umano, spesso carente, per creare le condizioni di un’alleanza terapeutica, meno sbrigativa o superficiale, fatta di infinite deleghe ad altri specialisti dell’organo o del  distretto disfunzionale; preliminare risorsa dell’atto medico richiesto.

- Conoscere le strategie, per prepararsi al cambiamento fatto di piacevoli consapevolezze.        


         

  • Cosa è il malessere ( Sintomi Vaghi Aspecifici )

  • Come interpretarli

  • Come inquadrare con BIA la composizione corporea, risultato finale di processi infiammatori cronici

  • Come impostare un recupero psico fisico

  • La correzione nutrizionale ( micro e macro)

  • La terapia Regmatex ( ripolarizzazione di membrana cellulare , per ridare energia

  • L’idrocolonterapia ( lavaggio del colon )

  • Ripristino eubiosi intestinale

  • Riabilitazione del pavimento pelvico nelle donne

  • Cosa è il dolore

  • Come interpretarlo

  • Approccio posturale multidisciplinare (optometrica, gnatologica, vestibolare, podoscopica, internistica viscerale e  riflessa), per rimodulare le interazioni negative tra i distretti esaminati

  • Le terapie antalgiche:
  • Ossigeno Ozonoterapia infiltrativa, anche TAC guidata, insufflazioni ORL

  • Neuralterapia, Osteopatia, Massoterapia e Training Posturali

  • Terapie strumentali antalgiche specifiche (elettromedicali)

  • Rivalutazione clinica medico specialistica finale, fornendo strumenti informativi per prosecuzione domiciliare

  • Dove si può fare visita, trattamenti o percorsi completi            

 

Malessere

Dolore

Stanchezza persistente

Dolore articolare

Ansia

Cervicobrachialgia

insonnia

Sciatalgia

Alterazioni battito cardiaco

Ernia del disco

Gonfiori addominali

Tendiniti

Gastriti

Contratture muscolari

Stipsi

Sinusiti - Otiti

Sovrappeso

Cellulite

Perdita di muscolo/forza

Coliti

 

 

 

Visita

Specialistica

Funzionale Antalgica

Impedenziometria

e correzione

nutrizionale

Posturologia

integrata

Ozonoterapia

Ozonoterapia

Tac Guidata *

Terapia

Regamtex

antalgica

Idrocolon

Osteopatia

 

Life Project

P.le Vittora 24

Castel Goffredo

        

        Si

 

         Si

 

Si

 

Si

 

Si

 

Si

 

Si

Ambulatorio

Via Garibaldi 85

Canneto s/O (MN)

         

        Si

 

Si

 

 

Si

 

 

 

Armonia

Via Kennediy 73

Porto Mantovano

 

 

 

 

   Si *

e TAC

 

 

 

Benacus Lab

Via Adua 1 Desenzano (BS)

 

Si

 

NO

 

 

Si

 

 

 

Si