Ozono per Covid 19

In fase di prevenzione quanto in fase di recupero funzionale post Covid-19, l’Ossigeno Ozono Terapia Sistemica, è molto utile. Questa metodica consiste nel prelevare circa 150 - 200 ml di sangue del paziente, tramite una sacca o flacone con anticoagulante, si aggiunge un pari volume di ozono (O3) alla concentrazione stabilita, si muove il contenitore (il sangue ossigenato diventa subito più chiaro) e lo si reinfonde al paziente nel giro di pochi minuti, a cui segue il ritorno a casa, il tutto per qualche seduta. Il derivato naturale aumenta la nostra ossigenazione del sangue (disfunzione polmonare), favorisce l’azione immunomodulante, anti-virale, anti-infiammatoria, promicrocircolatoria, antiossidante intrinseca contro la produzione di radicali liberi. Una strategia mirata per un sostegno vitale dove i farmaci possono solo sopprimere o stimolare, ma non mimare le funzioni biologiche, e quindi inadeguati a ridare la stessa vitalità dello stato di benessere. Bisogna seguire linee guida, capire il paziente, valutando gli obiettivi ragionevoli. Stanchezza, dolori muscolari, manifestazioni cutanee e mucose, orl, debilitazioni ingiustificate, sono alcune delle indicazioni, previo esami di laboratorio, strumentali specifici, e visita specialistica ozonoterapeuta.

O3 per

Respingere (i virus),

Rigenerare (i tessuti),

Ringiovanire ( le funzioni )